Melanzane “in carpione”

Melanzane dette anche “sotto pesto” o “a scapece”

Porzioni:
2

Difficoltà: Facile

Realizzazione: 40′

Per porzione: 135 kcal

Melanzane “in carpione”

Melanzane dette anche “sotto pesto” o “a scapece”

porzioni

Porzioni:
2

tempo

Realizzazione: 40′

difficoltà

Difficoltà:
Facile

kcal

Per porzione:
135 kcal

INGREDIENTI E DOSI:

Melanzane:
400 gr

Olio:
20 ml

Aceto Balsamico:
20 ml

Rosmarino:
Q.B.

Peperoncino:
Q.B.

Aglio:
1 spicchio

Sale :
Q.B.

PREPARAZIONE

melanzaneatocchetti

Step 1

Apr 08

Taglia le melanzane a tocchetti, mettile su carta forno e inforna a 180C per 40 minuti circa girando di tanto in tanto.

Step 2

Apr 08

Prepara il condimento composto da: olio EVO, aceto balsamico, sale, pepe, rosmarino, aglio e peperoncino. Aggiungi le melanzane cotte e mescola il tutto per bene.

I CONSIGLI DELL’ESPERTO

Diabete

Il consumo di verdure in persone con diabete è fondamentale per ridurre l’assorbimento dei carboidrati che compongono il pasto.

Ipercoelsterolemia

Le verdure riducono l’assorbimento dei grassi contenuti nel pasto.

Ipertensione

Per ridurre l’aggiunta di sale abbondare con erbe aromatiche e spezie a piacere.

Insufficienza renale

Si consiglia di alternare il consumo di verdure crude – alla griglia – al forno, con quelle bollite poiché la bollitura riduce del 30% il contenuto di sali minerali, da limitare in questa patologia.

Diabete

Il consumo di verdure in persone con diabete è fondamentale per ridurre l’assorbimento dei carboidrati che compongono il pasto.

Ipercoelsterolemia

Le verdure riducono l’assorbimento dei grassi contenuti nel pasto.

Ipertensione

Per ridurre l’aggiunta di sale abbondare con erbe aromatiche e spezie a piacere.

Insufficienza renale

Si consiglia di alternare il consumo di verdure crude – alla griglia – al forno, con quelle bollite poiché la bollitura riduce del 30% il contenuto di sali minerali, da limitare in questa patologia.

Anna Menasci
Dietista, specializzata in nutrizione in malattie renali, dialisi e diabete 1-2. Eroga consulenze nutrizionali per patologie, per il dimagrimento e si occupa dell’educazione alimentare di bambini e donne in gravidanza. È Consigliere Commissione d’Albo Dietista Ordine TSRM PSTRP PI-LI-GR.

5 ATTIVITÀ PER MIGLIORARE LA MEMORIA

Stimolare la funzione cognitiva man mano che l’età avanza può fare la differenza per migliorare le prestazioni mentali

LA DIETA MEDITERRANEA, STILE DI VITA PER LA TERZA ETÀ

Protegge dall’insorgenza di malattie croniche e contribuisce a garantire una vita sana e attiva

I BENEFICI DELLE RELAZIONI FAMILIARI NEGLI ANZIANI

I nipoti come chiave per una vita prolungata e soluzione all’esclusione sociale