Museo per tutti… in Veneto!

Esplorando i musei accessibili del Veneto sulle linee guida di un progetto di inclusione culturale

Museo per tutti… in Veneto!

Esplorando i musei accessibili del Veneto sulle linee guida di un progetto di inclusione culturale

WimedYou ha presentato il progetto nazionale Museo per tutti, che offre l’opportunità di esplorare i musei e i luoghi culturali in tutta Italia, rendendo l’arte e la cultura accessibili a tutti. Focalizzandoci sul Veneto, sono 2 le istituzioni museali distribuite tra Venezia e Padova che hanno aderito all’iniziativa:

  • Negozio Olivetti
  • Villa dei Vescovi

Negozio Olivetti

Situato sotto i portici delle Procuratie Vecchie a Venezia, è un Bene FAI aperto nel 1957 come sede dell’omonima azienda. Progettato dal brillante architetto Carlo Scarpa, il negozio è stato trasformato da uno spazio angusto e buio in una vetrina espositiva che integra la tradizione veneziana con il mondo Olivetti, utilizzando materiali locali. Tra le caratteristiche principali ci sono l’opera di Alberto Viani “Nudo al sole”, una scala centrale sospesa e molte trasparenze nelle vetrine. Al piano superiore sono esposti macchine da scrivere e calcolatrici Olivetti, oltre a spazi d’ufficio che evidenziano l’abilità di Scarpa nel gestire volumi e spazi. 

Per le persone con disabilità intellettive, visitare il Negozio Olivetti significa scoprire oggetti sconosciuti in un luogo unico. La guida è strutturata in diverse sezioni per spiegare vari concetti: il funzionamento delle macchine da scrivere e delle calcolatrici, la filosofia dell’imprenditore Olivetti e il lavoro dell’architetto Carlo Scarpa nella creazione del negozio. La visita offre un’esperienza culturale ricca di stimoli e informazioni. Sebbene il negozio sia piccolo, non presenta elementi di disturbo sensoriale, e la sua posizione in Piazza San Marco permette agli accompagnatori di continuare le spiegazioni all’aperto.

Villa dei Vescovi

Situata su un poggio tra i colli Euganei, Villa dei Vescovi è una storica dimora rinascimentale ideale per trascorrere del tempo immersi nella natura, senza rinunciare al contatto con l’arte. Voluta dal Vescovo di Padova e progettata dall’architetto veronese Falconetto, la villa fu successivamente arricchita dagli interventi di Giulio Romano, diventando un esempio della cultura umanistica dell’epoca, che mirava a combinare arte, architettura e paesaggio per ispirare pensieri elevati nella vita quotidiana. 

Il percorso di visita offre un’esperienza che ricrea la vita nella villa così come la viveva il Vescovo, combinando spazi interni affrescati e ricchi di dettagli con ambienti esterni. La villa, di pianta quadrangolare, permette di esplorare liberamente le varie stanze, che variano in dimensioni, evidenziando in particolare la luminosa stanza centrale. Il portico esterno, accessibile da qualsiasi punto della villa, è pensato per il riposo e consente di godere del panorama campestre e dei suoni della natura, come quelli delle api e delle cicale. La visita si conclude con una passeggiata nel parco e nel vigneto, luoghi ideali per il relax e il benessere.

Segui WimedYou per scoprire i progetti inclusivi di Museo per tutti in altre regioni italiane, e vivere un’esperienza appagante all’insegna della cultura e dell’arte accessibile a tutti!

WIMED E LE FRONTIERE DELL’INNOVAZIONE A BOLOGNA

La fiera Exposanità è stata un’opportunità per mostrare nuovi soluzioni nell’assistenza sanitaria

WIMED PORTA L’INNOVAZIONE A BOLOGNA

La fiera Exposanità sarà un’importante occasione commerciale per Wimed

INSIEME PER COSTRUIRE IL TEAM

L’analisi del Sales Meeting 2024 di Wimed