Una storia di resilienza

Brutto e cattivo

Una storia di resilienza

Brutto e cattivo

In questo libro Raffaele Capperi, un ragazzo nato con la sindrome di Treacher Collins (rara malattia genetica che causa particolari deformità e anomalie facciali) racconta la sua storia fatta di cadute ma anche di rivincite. La colpa è del mondo che non riusciva ad accettare la sua unicità e il suo aspetto:

«Il mondo è stato cattivo con me. Fin da bambino il mio aspetto ha generato reazioni esagerate e di disprezzo. Ho pianto in silenzio. Non sapevo che cosa fare per non essere visto».

Anni difficili da gestire ma ciò nonostante Raffaele è riuscito a trovare la forza di superare questa barriera creata dagli altri e a farsi conoscere, scoprendo l’amicizia e l’amore. Non solo. Ha vinto anche la paura dei social, mondo che osanna la perfezione. L’apparire. Però il ragazzo ha saputo trovare il suo spazio raccontando la sua esperienza senza filtri.

Raffaele Capperi, Brutto e cattivo
De Agostini, 2021 (208pp) – 14,90€

SENIOR STARTUPPER: LA CREATIVITÀ NON HA ETÀ

Da ideatori di startup innovative al ruolo di mentore per i giovani

INSIEME PER COSTRUIRE IL TEAM

L’analisi del Sales Meeting 2024 di Wimed

I BENEFICI DELLE RELAZIONI FAMILIARI NEGLI ANZIANI

I nipoti come chiave per una vita prolungata e soluzione all’esclusione sociale