Exposanità, ripartiamo da qui

Il racconto dei tre giorni di fiera tra novità di prodotto, strategie commerciali e forti relazioni

Exposanità, ripartiamo da qui

Il racconto dei tre giorni di fiera tra novità di prodotto, strategie commerciali e forti relazioni

Dopo quattro anni di assenza dalle fiere Wimed torna a Exposanità, la Mostra internazionale a servizio della sanità e dell’assistenza tenutasi a Bologna dall’11 al 13 maggio. Una tradizione in casa Wimed che però quest’anno è stata una vera e propria scommessa visto il periodo incerto. A parlarne a WimedYou è Francesco Barbieri, Sales Manager di Wimed, che racconta:

«Essere presenti a Exposanità per noi è stato un modo per ripartire davvero e rivedere finalmente di persona, senza “filtri” quali distanziamento o mascherine, i nostri clienti, partner, fornitori e utenti finali, oltre ai venti agenti commerciali Wimed operanti in tutta Italia».

I tre giorni di fiera sono stati quindi un’ottima occasione per attuare strategie commerciali e mostrare per la prima volta dal vivo una serie di nuovi prodotti.

«Mai come quest’anno la possibilità di testare in prima persona i nostri articoli ha fatto davvero la differenza sia per comprenderne potenzialità e livello di innovazione sia per favorire nuovi ordini. In seguito a quello che abbiamo presentato, alla proposta commerciale messa in atto e ai rapporti instaurati durante la fiera, tra giugno e luglio abbiamo concluso circa 300 nuovi ordini per un totale di quasi 1 milione di euro di fatturato».

Risultati che hanno superato di gran lunga le aspettative iniziali di Wimed e che dimostrano la forza e la qualità dei suoi prodotti. Tra le new entry presentate, hanno riscontrato maggiore successo:

  • la poltrona Lady Fit 4 motori, prodotto unico sul mercato grazie all’aggiunta di due motori posizionati all’altezza del capo e della parte lombare;
  • le linee di carrozzine Butterfly e X-Light, grazie alle dimostrazioni di Simone Viganò, Product Specialist di Wimed;
  • I nuovi rollator, innovativi per la loro composizione vista la riduzione dell’ingombro nella scatola per favorirne il trasporto e l’immagazzinamento.

«Questa fiera non è stata solo un successo dal punto di vista commerciale. Ha anche contribuito a rafforzare il legame tra noi colleghi, nonostante fossimo già un team affiatato. Per me si trattava della quarta presenza a Exposanità mentre per altri era la prima volta, ma è stato bello constatare che l’emozione di essere lì e di poter tornare alla normalità fosse la stessa per tutti».

A questo punto, quali sono i prossimi passi?

«Wimed sarà presente in autunno a due fiere europee, la Rehacare International 2022 di settembre e Medica di novembre che si terranno entrambe a Düsseldorf. Si tratta di altre occasioni che ci consentiranno di far conoscere ancora di più il nostro marchio e di rafforzare la nostra immagine sul mercato».

ARRIVA LEVANTIS, LA POLTRONA RIVOLUZIONARIA

Origini, plus e caratteristiche del nuovo dispositivo medico ideato e prodotto dal gruppo Movi Spa

CURARE L’UOMO

Essere precursori, fare la differenza mettendo al primo posto la cura dell’uomo. Questa la strategia del presidente di Movi

LA TESI
SU WIMED

Il lavoro su Wimed di Giulia Bassani, tra mente e cuore