Invecchiamento: diversità culturale nella percezione dell’età

Un viaggio attraverso le diverse percezioni dell’invecchiamento nel mondo

Invecchiamento: diversità culturale nella percezione dell’età

Un viaggio attraverso le diverse percezioni dell’invecchiamento nel mondo

L’invecchiamento è un fenomeno universale, ma la sua interpretazione varia notevolmente in base alla cultura di appartenenza. Da società a società, da tradizione a tradizione, il modo in cui si percepisce il passare del tempo e la maturità cambia radicalmente. 

Lo conferma anche lo studio Perceptions of Aging across 26 cultures condotto su oltre 3.400 studenti provenienti da 26 paesi nel 2009. In generale, la ricerca ha rilevato una percezione culturale sull’invecchiamento opposta tra oriente e occidente:

  • Cultura orientale: prevale una visione più positiva e rispettosa nei confronti degli anziani nei paesi asiatici, che vengono considerati portatori di saggezza ed esperienza, godendo di rispetto e venerazione da parte delle generazioni più giovani;
  • Cultura occidentale: è spesso associato a connotazioni negative, come il declino fisico, cognitivo e sociale a causa della diffusione di una società basata sul consumismo, che idealizza la giovinezza e l’energia.

Curiosità culturali sull’invecchiamento 

Nello specifico, gli unici paesi orientali che percepiscono positivamente l’invecchiamento sono Cina, India, Malesia, Russia e Nuova Zelanda e gli aspetti analizzati dagli studiosi attraverso le risposte a un questionario sono stati quelli fisici, cognitivi e socio-emotivi. 

Per quanto riguarda la sfera fisica, c’è un consenso trasversale sul fatto che la prestanza e le capacità diminuiscono con l’età, con punteggi più bassi in Estonia, Hong Kong e Federazione Russa in termini di attrattività fisica, e punteggi inferiori in Hong Kong, Estonia, India e Cina per la capacità di svolgere attività quotidiane. 

Per gli aspetti cognitivi, emerge un consenso sul fatto che conoscenza e saggezza aumentano con l’età, con punteggi più alti in Australia, Inghilterra, Estonia, Italia, Giappone, Stati Uniti e Cina. Al contrario, la capacità di imparare cose nuove è percepita come diminuita, con punteggi più bassi in Australia, Estonia, Malesia, Perù e Stati Uniti.

Nel contesto socio-emotivo, si registrano notevoli differenze. Il rispetto verso gli anziani tende ad aumentare in tutte le culture, con punteggi più alti in India, Estonia, Cina, Uganda e Malesia. La soddisfazione riguardo alla vita pregressa aumenta in Nuova Zelanda, Cina e Malesia, ma diminuisce in Croazia, Iran, Serbia e Slovacchia.

INSIEME PER COSTRUIRE IL TEAM

L’analisi del Sales Meeting 2024 di Wimed

WIMED 2024: NUOVE SFIDE, STESSA DETERMINAZIONE

I buoni propositi di Wimed nell’anno della ripartenza

STILE E COMFORT IN EVOLUZIONE

Le poltrone iconiche del catalogo Wimed si rinnovano per garantire un benessere al passo con i tempi